Solo l’istruzione in ogni guisa sollecitata e promossa potrà addurre un rimedio alla paralisi delle intelligenze e della volontà, onde veggiamo colpite le nostre popolazioni, e che lascia aperta la via allo Stato d’impadronirsi delle forze del paese, di cui diviene solo e assoluto amministratore.

Quanta più luce si diffonde in un paese, tanto più lo Stato si ricongiunge alla nazione, da cui in tempi di barbarie e di servaggio staccossi violentemente, e cessa di soverchiare coll’inesorabile assolutismo della spada; laonde è manifesto che l’istruzione è la più valida difesa della libertà.

M. Boneschi (a cura di), Carlo Cattaneo. Scritti politici, III, Le Monnier, Firenze, 1964-65, p. 132.

Annunci